top of page

OCCHIO E POSTURA

Nei grandi sistemi qualsiasi elemento può avere ripercussioni imprevedibili su tutti gli apparati portando ad interagire discipline apparentemente lontane. Il Fisiatra nel porre una diagnosi dovrà fare attenzione a problematiche sconnesse da quelle in esame ma in realtà determinanti per il risultato finale. Nei sistemi biologici non esiste proporzionalità tra l'entità della causa e la rilevanza dell' effetto, infatti come sosteneva il mio maestro Rene' Bourdiol l'azione di un coltello non è quella di un ago. Un sistema biologico è capace di compensare ma non di correggersi, la sintomatologia è solo un campanello d'allarme che va rispettata. L'occhio è un recettore che assieme al piede è il maggior responsabile di squilibrio posturale con il suo conseguente corredo di sintomi.

L'occhio e' il principale sistema sensoriale che ci permette di conoscere il mondo che ci circonda. Il campo visivo è la proiezione ottica della rappresentazione visiva del mondo esterno sulla retina, quello che noi vediamo non sono le immagini che percepisce la retina ma il frutto dell'elaborazione di queste immagini effettuata a livello del SNC. L'occhio per seguire un immagine in movimento e' in stretta correlazione con l'orecchio interno. Recettore oculare e postura La reingrammazione posturale globale è una metodica diagnostica e terapeutica che si prefigge lo scopo di valutare i recettori coinvolti nel mantenimento della postura e in caso di sregolazione di correggerli. In caso di squilibrio a carico del recettore oculare cosa si analizza: Le forie La convergenza( lenta e veloce) L'occhio dominante Le bascule La mobilità del collo L'occhio è coinvolto nel sistema dell'equilibrio cioè ha una relazione stabile tra noi stessi e l'ambiente. Per avere un buon equilibrio è essenziale che gli oggetti sia in movimento che fissi rimangano sullo stesso punto della retina. Gli occhi in ogni momento si muovono e cambiano direzione per dirigere sulla retina l'immagine degli oggetti in movimento, per dirigere sulla retina i particolari dell'ambiente circostante e costruirne un'immagine perfetta, per gestire la stazione eretta attraverso la visione periferica.

Comments


bottom of page