Studio Medico Bassani | Viale Luigi Majno 15 - 20122 Milano (MI) | Tel. 0276021267 - Fax 0276408037 |

E-mail: studiomedicobassani@gmail.com/info@studiomedicobassani.it | P.I./C.F: 04796180158 | © studiomedicobassani.it
Ordine Medici e Odontoiatri codice n° 29408, 29/01/1980 Milano | Data abilitazione 25/01/1980 Milano |

Data Laurea 20/09/1979 Milano | Medico Confederazione Svizzera

Website developed by

50.01 Production & Communication

London,UK

La borsa dello psoas è una delle più larghe del corpo umano.

Localizzata tra il gran trocantere , la porzione muscolo-cutanea  del muscolo ileo-psoas e la capsula anteriore dell’articolazione dell’anca  può essere lunga 7 cm e  larga 4 cm. Poichè  la borsa deriva dal  secondo e terzo segmento  lombare, il dolore è abitualmente  nell’inguine, coscia anteriore , ginocchio e gamba.

Compare durante il cammino e in certi movimenti specifici, per esempio accavallare le gamba,

se non trattato questo disordine può durare anni.

In genere la lesione è misconosciuta  e i sintomi sono confusi con quelli dell’artrosi  visibile ad un esame radiografico.

La valutazione clinica mostra  un modello  non  capsulare : la rotazione laterale è dolorosa e il fondo corsa  soffice,   la flessione forzata  è dolorosa.

Talora c’è anche dolore in estensione o adduzione.

Un test accessorio  in adduzione e flessione  risulta il più doloroso  perché schiaccia la borsa.

La diagnosi  differenziale va fatta con  un corpo libero endo -articolre  nell’anca, e una iniziale necrosi asettica.

La diagnosi si fa con l’ecografia.

La terapia si basa sull’infiltrazione nella borsa con 50 ml di procaina o lidocaina allo 0,5%. In caso di insuccesso  si infiltra  con triamcinolone.

Borsite dello Psoas