Studio Medico Bassani | Viale Luigi Majno 15 - 20122 Milano (MI) | Tel. 0276021267 - Fax 0276408037 |

E-mail: studiomedicobassani@gmail.com/info@studiomedicobassani.it | P.I./C.F: 04796180158 | © studiomedicobassani.it
Ordine Medici e Odontoiatri codice n° 29408, 29/01/1980 Milano | Data abilitazione 25/01/1980 Milano |

Data Laurea 20/09/1979 Milano | Medico Confederazione Svizzera

Website developed by

50.01 Production & Communication

London,UK

Nella mia pratica ambulatoriale uso un numero di differenti soluzioni in proloterapia e faccio aggiustamenti basati sulla tolleranza individuale e sulla risposta al trattamento.
Mentre con  molti pazienti utilizzo  una soluzione di destrosio al 15% per altri  aggiusto poi la concentrazione  verso l’alto in modo più personalizzato perché i fattori individuali sono molto importanti e la reattività  di ogni paziente è molto soggettiva.Per esempio, in caso di diagnosi di iperlassità congenita, inizio con una soluzione di destrosio al 20% e se ben tollerata aumento  con mezza potenza o piena potenza di P2G.
In base alla mia esperienza , questi pazienti  avranno un risultato a distanza migliore  se do più stimolo ai tessuti per una risposta di guarigione più efficace. Però in molti casi,  andare da una soluzione di destrosio al  P2G è  troppo impegnativo e talora troppo violento . Uso allora  una soluzione  che chiamo”P2G metà forza” che ne fa una buona soluzione intermedia per iniezione.
Lo stock di soluzione standard  di P2G  è destrosio 25%, fenolo 2,5% e glicerina 25%.Prima di iniettare questa soluzione la si diluisce  al 50%( con fisiologica) in modo che l’attuale concentrazione della soluzione sia detrosio  12,5%, fenolo 1,25%, e glicerina 12,5%. 
La mia soluzione a mezza forza è miscelata in una siringa da 10cc come segue:P2G 2,5cc, destrosio 33% 2 cc, lidocaina 1% 2,5cc e fisiologica 3cc.  In realtà la soluzione ha più destrosio che il P2G standard ma con metà fenolo e glicerina( 0,625% fenolo e 6,25%glicerina); questo da una buona opportunità  per quei pazienti che sembra necessitino di più glucosio ma hanno difficoltà a tollerare un P2G a piena forza.


( Articolo di Carl Osborn, tradotto e modificato )

Soluzioni per proloterapia