Studio Medico Bassani | Viale Luigi Majno 15 - 20122 Milano (MI) | Tel. 0276021267 - Fax 0276408037 |

E-mail: studiomedicobassani@gmail.com/info@studiomedicobassani.it | P.I./C.F: 04796180158 | © studiomedicobassani.it
Ordine Medici e Odontoiatri codice n° 29408, 29/01/1980 Milano | Data abilitazione 25/01/1980 Milano |

Data Laurea 20/09/1979 Milano | Medico Confederazione Svizzera

Website developed by

50.01 Production & Communication

London,UK

L'Ozonoterapia

VIE PRINCIPALI DI SOMMINISTRAZIONE

L’ozono medicale può essere applicato per via parenterale o locale.

1) GRANDE AUTOEMOTERAPIA

Il volume usato di sangue varia da 50 mL a 100 mL.

Azione immunostimolante per tutte le malattie degenerative in funzione anti-aging, malattie croniche, malattie neoplastiche, fatica cronica, squilibri neurovegetativi, depressione.

2 ) PICCOLA AUTOEMOTERAPIA

Azione immunostimolante comparabile ad autovaccinazione come autovaccino per la psoriasi, dermatite, eczema, acne vulgaris, allergie,

foruncolosi, come adiuvante nel cancro e patologie croniche debilitanti, dolore cronico.

3) INTRAMUSCOLARE, INTRAARTICOLARE

Dolore discogeno, spondilodiscartrosi, trigger points…..Nell'ambito della medicina ortopedica l’ossigeno-ozonoterapia esercita un'azione analgesica per ossidazione diretta di mediatori algogeni, inibizione del sistema nocicettivo tramite stimolazione di presso-chemocettori e fusi neuromuscolari situati nei muscoli.

L’approccio alle ernie discali può essere di due tipi:

1) paravertebrale profondo

2) Intradiscale

La via paravertebrale profonda viene eseguita con la classica infiltrazione sul rachide localizzando la parte superiore del processo spinoso e iniettando a lato della la colonna a (1,5/2cm dalla mediana) con 5ml di ozono. L’infiltrazione è sempre bilaterale all’altezza dell’ernia evidenziata con la risonanza Magnetica.

Una volta avvenuto il miglioramento si può ridurre la frequenza delle infiltrazioni a una la settimana per 4/6 settimane.

E’ importante che il fisiatra esamini con cura i muscoli nella zona dolente per localizzare dei trigger points in quei pazienti con forme di

discartrosi che non rispondono adeguatamente alle infiltrazioni paravertebrali.

Il trattamento infiltrativo intradiscale si esegue sotto controllo radioscopico. Si esegue in genere ina prima infiltrazione che può eventualmente essere ripetuta dopo un mese.

INSUFFLAZIONI VAGINALI

Vaginiti da infezione batterica, micotica o chimica.

INSUFFLAZIONI RETTALI

Astenia, stati ansioso depressivi,dolore cronico, fibromialgia, in certe forme di sindrome del pudendo.