top of page

ORA LEGALE: CI AIUTA OPPURE NO? COSA DICE LA SCIENZA

Tenere o eliminare l’ora legale è una questione dibattuta da anni che trova sostenitori agguerriti e detrattori altrettanto agguerriti, ognuno con le sue motivazioni.

https://www.studiomedicobassani.it/
Cambio dell'ora: ci sono dei benefici oppure al nostro fisico non piace?

L'intenzione originaria era quella di estendere le ore diurne durante l'estate per avere un risparmio energetico.

Le attuali ricerche però dimostrano che non c’è nessun risparmio  perché aumentando le ore di luce si ha un aumento contemporaneo dell’uso di condizionatori.

Uno studio dell’economista Matthew Kotchen dell’Università di Yale nota che quando in primavera inizia l'ora legale, le persone si svegliano durante le ore più  fredde e buie della giornata, costringendole ad aumentare il riscaldamento per stare al caldo, e durante le lunghe ore serali viene utilizzata più aria condizionata, portando a un consumo energetico complessivamente maggiore.  Allo stesso modo, una meta-analisi del 2018  ha rilevato che, in media, l’ora legale ha ridotto il consumo di elettricità solo dello 0,34%. Oltre a non garantire alcun risparmio energetico significativo, i cambiamenti semestrali dell’orologio hanno anche un impatto dannoso sulla salute fisica per esempio  più  attacchi cardiaci nei giorni successivi al cambio dell'ora primaverile, che sembrano essere correlati alla perdita di sonno e alle interruzioni del ritmo circadiano. Uno studio dell’Università dell’Alabama  ha rilevato che il numero di attacchi cardiaci è aumentato del 10% il lunedì e il martedì successivi al cambio dell’ora legale in primavera ed è diminuito del 10% il primo lunedì e martedì dopo il cambio dell’orologio. Uno studio recente ha evidenziato un aumento degli incidenti e degli infortuni sul lavoro del 5,7% con un  67,6% in più di giornate lavorative  perse a causa di infortuni in seguito al passaggio all'ora legale.  Uno studio del 1996  ha rilevato che gli incidenti stradali sono aumentati dell'8% il lunedì successivo al passaggio all'ora legale. Anche i tassi di suicidio tra gli uomini aumentano nelle settimane successive all’ora legale.  Till Roenneberg, un cronobiologo russo,  affermava che la maggior parte delle persone mostra una produttività drasticamente ridotta, una diminuzione della qualità della vita, un aumento delle malattie e maggiore stanchezza nella settimana successiva all’ora legale in primavera.

Una ricerca dell'Università di Washington ha scoperto che anche i giudici che emettono sentenze, il lunedì successivo all'ora legale in primavera, infliggono condanne più lunghe alle persone giudicate colpevoli.

Giudice Disegn
Anche i giudici sembrano emettere sentenze più severe

Uno studio del 2015 ha rilevato che l’ora legale ha influenzato negativamente i ritmi del sonno degli studenti delle scuole superiori e la loro capacità di essere vigili a scuola. Un articolo del 2019 di Health.com collega  l'ora legale all’ aumento  di cefalea a grappolo, depressione  e tassi di successo inferiori tra le donne sottoposte a fecondazione in vitro.  Per mitigare gli  effetti negativi dell’ora legale, oltre alla forte raccomandazione di dormire otto ore su base regolare, ci sono alcune altre cose che si possono  fare per mitigare gli effetti del cambio di orario. In vista del cambio dell’ora iniziare gradualmente ad andare a letto prima, diciamo 30 minuti prima del solito sabato e altri 30 minuti prima domenica. Questo aiuterà a  massimizzare l'esposizione alla luce del giorno la mattina presto piuttosto che la sera tardi. Prestare particolare attenzione all'utilizzo di dispositivi elettronici nei giorni precedenti il passaggio all’ora legale. Importante fare  attività fisica al mattino durante il fine settimana, cenare prima e prestare attenzione alla dieta, assicurandosi di consumare molti cibi freschi e integrali, preferibilmente biologici, mantenere basso il consumo di zucchero, soprattutto di fruttosio, dormire nella completa oscurità, controllare la presenza di campi elettromagnetici nella  camera da letto e mantenere la temperatura della camera da letto sufficientemente fresca per un sonno ottimale. Sottoporsi a sedute di neuroauricoloterapia  trattando alcuni punti importanti  tra cui epifisi, ipotalamo posteriore, sostanza reticolare. Il medico può prescrivere 3 mg di melatonina tutte le sere un’ora prima di coricarsi per facilitare il riposo.

Luciano Bassani

bottom of page